Italiano COVID-19 Report

Nel mezzo della pandemia Covid-19, le preoccupazioni immediate dei cittadini europei sono la diffusione del virus e il rischio di collasso della sanità pubblica, le conseguenze economiche del lockdown e le risposte dei governi. La crisi sta dimostrando a tutti l’importanza dell’economia fondamentale: quell’insieme di attività economiche che non si possono fermare neanche quando l’epidemia imperversa, perché producono e distribuiscono beni e servizi essenziali.

Ma cosa accadrà dopo che questa crisi sarà finita? Torneremo al “tutto come prima”, oppure coglieremo l’occasione per un rinnovamento dell’economia fondamentale, così trascurata dalle politiche degli ultimi tre decenni? Prima della crisi abbiamo sviluppato e sostenuto pubblicamente il concetto di economia fondamentale. Ora, elaborare un pensiero che dà importanza all’economia fondamentale come bene collettivo è più importante che mai, per un futuro vivibile, sostenibile e democratico. Leggete “Casa ci sarà dopo la pandemia” del Collettivo dell’Economia Fondamentale: è una piattaforma in dieci punti per un nuovo patto sociale europeo.

Filippo Barbera, Oriol Estela Barnet, David Bassens, Lavinia Bifulco, Andrew Bowman, Luca Calafati, Joselle Dagnes, Sarah de Boeck, Marta de la Cuesta, Joe Earle, Ewald Engelen. Jessica Ferm, Julie Froud, Colin Haslam, Sukhdev Johal, Ian Rees Jones, John Law, Adam Leaver, Kevin Morgan, Stefano Neri, Andreas Novy, Leonhard Plank, Angelo Salento, Wolfgang Streeck, John Tomaney, Karel Williams